[Dance photography]: RBR dance company

30122011-Dainese_30122011_0187_Raw
2011

 

30122011-Dainese_30122011_0207_Raw
2011
Advertisements

[Dance photography]: Only one photo

Dainese_03032017_0015_Raw

“Cantico dei cantici” / Verona, teatro Camploy / Compagnia Virgilio Sieni – 2017

 

There was a very low, low, low light. A classic compromise between shutter time, iso, noise. All at f2.8 (the max aperture permitted by Nikkor 200 AFD)

This time it was not a good set fot photography. But the dance was great!

 

 

[Dance Photography]: Cantico dei Cantici

Teatro Camploy, Verona – 3/3/2017

I love this piece of contemporary dance because it’s based on a minimalist scenography and all the focus is concentrated on the dancers gestures. Even the music that’s happening in this scene ( composed and played by D.Roccato on double bass) complements it in a superbe way.

As usual, very low lights were used for the scene and so, with fast shutter times (1/250″) and f/2.8 was a really exploit for the quality of the images. My Nikon D700 at 6400 iso was anyway remarkable. All the images taken was in color, but I prefer the black&white interpretation – outmoded for many, but still “in” for me.

The important thing always to remember (in my opinion) is that the photographer has to love this genre of dance and has to enjoy himself, respecting the public in an absolute manner.

Cantico dei Cantici - Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici – Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici - Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici – Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici - Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici – Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici - Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici – Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici - Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici – Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici - Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici – Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici - Compagnia Virgilio Sieni
Cantico dei Cantici – Compagnia Virgilio Sieni
All photos by dainese-photography.com

Tutto si origina dal libro conosciuto come Cantico di Salomone, il più sublime tra i cantici, dove confluiscono, a partire dal IV secolo a.C., poemi mesopotamici. Qualcosa accade in una pianura d’oro, tavola dove si svolge l’azione. Corpi che si definiscono attraverso il bagliore della luce che sempre si muove tra notturno e penombra. Tutto si articola attraverso otto momenti: idilli pastorali, frammenti sull’amore in forma di adiacenza, vicinanza e tattilità. Nel silenzio tagliente, vacuum lucreziano.
La proliferazione continua del gesto tende a creare uno spazio scheggiato dove la danza perduta di uomini e donne, stravolge i corpi che insieme tendono a costruire la fisicità di un luogo primordiale e primitivo. Si odora di origine. Una canzone a due voci che risuona in tutti i corpi. Piacere, dolcezza e tormento dei gesti. S’intravede nella penombra un pascolo odoroso di corpi. Otto momenti che indagano, se è possibile, e se così si può dire, il vuoto sacrale che non nega niente e annuncia qualcosa con le sue membra. Virgilio Sieni

CREDITS
Coreografia, regia, scena: Virgilio Sieni
Interpreti: Claudia Caldarano, Luna Cenere, Riccardo De Simone, Maurizio Giunti, Giulia Mureddu, Davide Valrosso
Musiche originali eseguite dal vivo dall’autore: Daniele Roccato (contrabbasso)
Elemento scenico in foglie d’oro: 
Giusto Manetti Battiloro S.p.A.
Luci: Mattia Bagnoli
Costumi: Elena Bianchini

http://www.virgiliosieni.it