[Pensieri allo specchio]: hic et nunc

Ripropongo queste foto perché credo possano avere piu’ piani di interpretazione.

In un passato post – https://carlodainese.wordpress.com/2015/05/27/anima-il-fluire-del-tempo-ovvero-quattro-particolari-di-una-stampa/ – mettevo il focus su come un’immagine si libera dalla sua provenienza originale e si offra ai suoi osservatori, accettando un colloquio tutto personale. Qui l’artista non c’entra piu’, ha svolto il compito che gli spettava.

This slideshow requires JavaScript.

Un altro modo di vedere queste fotografie e’ quello di slegarle dalla loro storia, vera o presunta, e prenderle per quello che sono. Nate ora. Hic et nunc.

A me piace indagare una realta’ provando a porre domande e cercando di trovare delle possibili risposte. Accetto il fatto che non vi sia matematica certezza, caratteristica di altre discipline, ma che si debba navigare in una complessita’ fluida. Non necessariamente a vista, ma con un supporto metodologico a disposizione. O meglio con esperienze simili come riferimenti.

La luce qui, che impressiona la pellicola e che forma l’immagine, che ruoli assume? In che contesto si collocano queste immagini? Qual é il messaggio che viaggia? C’é il fotografo? E la fotocamera? E i colori?

Il sassolino l’ho lanciato. Osserviamo le onde che si propagano nella quiete.

 

 

 

Advertisements

3 thoughts on “[Pensieri allo specchio]: hic et nunc

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s