[camera oscura emozionale]:pellicole bagnate – attenzione!

Jpeg
Asciugatoio per le pellicole

 

Quando si sviluppa una pellicola, l’ultima fase del processo (sviluppo, arresto, fissaggio, lavaggio) è l’asciugatura. E’ una fase importante e va eseguita con criterio ed attenzione. La pellicola al termine del lavaggio è molto delicata. Va fatto attenzione a non sottoporla a stress termici o a strisciarla; si deve cercare inoltre di tenerla pulita dalla polvere. Il modo più semplice è porla ad asciugare in sospensione tramite un gancio a pressione in un apposito armadio.

La fotografia analogica per come la intendo io è una modalità nella quale ogni singolo passo è curato artigianalmente, al meglio possibile. E’ in effetti una ricerca del giusto equilibrio nell’utilizzare oggetti industriali affidabili e precisi e nel creare quelli che invece danno un’impronta caratteristica al lavoro finale. In questo equilibrio c’è anche l’aspetto pratico, di design, e non ultimo quello economico. Detto questo, mi serviva nei momenti di sviluppo delle pellicole un armadio che però potesse “sparire” rapidamente per il resto del tempo. La soluzione che ho adottato è stata quella di costruirmi un asciugatoio a soffietto (vedi foto), sicuro per le pellicole, capiente e a tenuta di polvere. Le misure quando è disteso sono di h 175, l 40, p 30 cm- Quando è riposto occupa 10 x 40 x 30, come una scatola insomma. La tenuta è assicurata dalle chiusure multiple a velcro.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s