[Cartolina]: aspettando la neve

Cimon della Pala

Dalla cima Cavallazza

Qui in zona tutti aspettano la neve un pò pregando e un pò imprecando. “La neve è business” è questo il mantra che si leva da queste zone, che sulla neve hanno costruito il loro benessere economico. Le previsioni meteo sono vissute come le partite di calcio e poco ci manca che ne nasca una schedina dedicata. Visto come il clima sta mutando, forse è il caso che  gli imprenditori locali incomincino a fare rete e a traguardare verso un’economia più culturale  e meno basata su miracoli climatici.

Il “sabato dell’Immacolata”, classico periodo turistico pre natalizio, era praticamente deserto, se non per qualche sparuto gruppetto di romani (ma solo loro vengono da queste parti?) che alto-vociavano in montagna con le loro pillole di saggezza capitoline.

Le piste di sci, molte aperte grazie ai cannoni sparaneve, sembravano delle strisce irreali, di plastica, nell’insieme paesaggistico di questo parco naturale. Rendevano molto bene il senso dello sport consumistico: vestiario hitech coloratissimo e montagna vissuta come un luna park.

Il momento magico che ho vissuto quel giorno è stato l’incontro con l’aquila. Mentre salivo, con il fiato corto dallo zaino carico di attrezzatura fotografica, è passata un’aquila a circa 10m in altezza sopra di me e l’ho seguita nel suo volo leggero ed elegante per la dorsale. Era bellissima; nel silenzio interrotto solo dalle folate di vento, assistevo ad una magia visiva.

In attesa di stampare i due rulli di b/n, una cartolina fatta con il telefonino.

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s